Ntc 2008: Progettazione Strutturale in Edifici Antisismici in Calcestruzzo. Atti di Convegno



Di il 27 January 2011

Il Decreto Ministeriale del 14 Gennaio 2008, ha introdotto nella normativa vigente una quantità di principi e regole applicative che hanno comportato una maggiore e considerevole complessità nell’approccio del calcolo delle strutture in relazione alle azioni sismiche. Maggiori sono le quantità di informazioni contenute nelle norme più impegnativo diventa realizzare delle sintesi e delle semplificazioni in grado di rendere chiari la nuova impostazione, i principi ispiratori e le sue regole applicative.

Il prof. Aurelio Ghersi, ordinario di ingegneria strutturale dell’Università di Catania, in occasione di un convegno che si è svolto nel dicembre 2010 ad Acireale (CT) avente come tema “Edifici antisismici in Calcestruzzo Armato, aspetti strutturali e geotecnici secondo le NTC 2008”, ha presentato una sua relazione accompagnandola con una serie di slide che affrontano la questione nella molteplicità degli aspetti e con un approccio molto pratico, concreto e di visione generale del nuovo scenario normativo delle NTC 2008.

La presentazione è costituita da 6 parti:

0 – Obiettivi del Capitolo 10 delle NTC 2008

1 – Esame Visivo della Struttura

2 – Esame del Modello Strutturale e del Tipo di Analisi

3 – Previsione Numerica del Comportamento

4 – Esame dei Risultati di Calcolo

5 – Esame delle Armature

0 – Obiettivi del Capitolo 10 delle NTC 2008

Il capitolo 10 riguarda la Redazione dei progetti strutturali esecutivi e delle relazioni di calcolo. I titoli delle 38slide sono: Alcuni punti chiave, Principi e regole applicativeCambio di mentalità, Principi come distinguerli, La norma è perfetta?, Elementi principali e secondari, Gerarchia delle resistenze, Elenco Elaborati, Uso Codici di calcolo, Analisi, verifiche e accettazione dei risultatiper il progettista, per il controllo del progetto, Passi nella formulazione del giudizio, Esame della struttura, modello ed analisi, Previsione numerica del comportamento, Esame dei risultati di calcolo, Esame delle armature.

Scarica Presentazione in Pdf – 1Mb.

.

1 – Esame Visivo della Struttura

Nelle 63 slide che seguono si parla di: Esame visivo della carpenteria e giudizio qualitativoRegolarità in pianta ed in Altezza, Edifici con pareti o  nuclei in cemento armato, Comportamento a mensola e a telaio, Edifici a struttura intelaiata, Elementi resistenti alle azioni orizzontali, RigidezzaIndividuare gli elementi che resistono alle azioni orizzontali, Carpenteria: da soli carichi verticali ad azioni orizzontali

Esempio di analisi edificio civile abitazione, Esame della carpenteria, Controllo qualitativo della dimensioni, Consigli su possibili criteri e dimensionamento dei pilastri, Giudizio qualitativo sulla struttura.

Scarica Presentazione in Pdf – 1Mb.

.

2 – Esame del Modello Strutturale e del Tipo di Analisi

Nelle 85 slide che seguono si parla di: Definizione dello schema geometrico, Modellazione della struttura, Evoluzione del modello di telaio, L’impalcato planimetricamente indeformabile, Irregolarità strutturali per l’impalcato, Modellazione della struttura: modulo elastico e rigidezza, Elementi non strutturali (tramezzi e tamponature), Struttura, fondazione e terreno, Modellazione, considerazioni, esempi reali in 3d, Metodi di analisi previsti dalla norma, Comportamento reale di una struttura durante un sisma, Analisi dinamica non lineare, Analisi statica non lineare, Modi approssimati per valutare la risposta al sisma, Risposta sismica, Modi di oscillazione libera, Analisi modale, Equazione del moto, Analisi modale con spettro di risposta, Analisi statica o analisi modale?, Meccanismi di collasso, Fattore di struttura, Classe di duttilità regolarità struttura, Tipologia strutturale.

3 – Previsione Numerica del Comportamento

Nelle 86 slide che seguono si parla di: Analisi lineare – statica, Masse, Spettro di risposta elastico, Determinazione dei dati sismici, Caratteristiche del terreno, Spettro di progetto, Ordinata spettrale, Forze per analisi statica, Stima del periodo con formula di rayleigh, Periodo proprio della struttura, Come prevedere le caratteristiche della sollecitazione?, Ripartizione, Momento nei pilastri e nelle  travi, Incremento per eccentricità, Gerarchia delle resistenze, Esempio, Controllo travi emergenti, Controllo pilastri,Come prevedere gli spostamenti?, Previsioni delle sollecitazioni per pro

4 – Esame dei Risultati di Calcolo

Nelle 103 slide che seguono si parla di: Carichi verticali e sisma, Valutazione delle masse per SLU, Altri problemi nella Modellazione delle azioni sismiche, Considerazioni sull’eccentricità accidentale  e come tenerne conto?, Criteri e combinazione delle componenti, Componente verticale, Componente orizzontale per travi e pilastri, Come gestire i nuovi aspetti, Analisi strutturale, Quante combinazioni di carico?, Tanta combinazioni, come  gestirle?, Giudicare gli schemi e le combinazioni di carico. Discussione dei risultati: sisma – analisi statica, Un mare di numeri – come non perdersi? Analisi statica, Spostamenti, Periodo proprio della struttura, Discussione dei risultati: analisi modale, Un mare di numeri come non perdersi, Deformate modali, Spostamenti – confronto tra analisi modale e statica, Eccentricità accidentale “esame dei risultati”, Considerazioni effetto complessivo eccentricità accidentale e combinazione xy, Combinazioni delle azioni nelle due direzioni. Il dimensionamento iniziale è accettabile, Stato limite di danno, Possibile ridimensionamento, Impostazione della carpenteria.

5 – Esame delle Armature

Nelle 102 slide che seguono si parla di: Processo progettuale tradizionale, Gerarchia delle resistenze, Travi: armatura a flessione e a taglio, Armature trasversali (staffe) , Pilastri  armatura a pressoflessione e a taglio, Limiti normativa, Dominio di resistenza a pressoflessione deviata, Foto esempi di rotture di pilastri per taglioScorrimento tra pilastro e traveArmatura dei nodi, disegni e foto, Confinamento dei nodi, Verifica del nodo, Possibile dettaglio costruttivo, Impalcato, Verifica di rigidezza dell’impalcato, Fondazioni e verifica.

Puoi scaricare la presentazione originale del Prof A.Ghersi di 478 pagine che raggruppa tutti i capitoli sopra elencati in un unico file in Pdf – 4 Mb: “Edifici antisismici in Calcestruzzo Armato, aspetti strutturali e geotecnici secondo le NTC 2008″

Articolo pubblicato da  per EdilNotizie e pubblicato per la prima volta il 27 gennaio 2011 come “Ntc 2008: Progettazione Strutturale in Edifici Antisismici in Calcestruzzo. Atti di Convegno“.

Tags: , ,

2 Responses to Ntc 2008: Progettazione Strutturale in Edifici Antisismici in Calcestruzzo. Atti di Convegno

  1. Rossano Rossi on 8 March 2011 at 22:34

    Il prof Ghersi lo seguo dal libro “Analisi matriciale di strutture intelaiate” con i listati dei prog in Quick Basic (1990): è un grande !!!

  2. massimo on 20 June 2012 at 23:02

    Ma è possibile che si parla tanto della necessità di armare il nodo e non si cita mai l’uovo di Colombo che si vede nel filmato del “NODO SPIREX” ? E’ semplice, è comodo,costerà quattro soldi, risolve un vecchio problema, perchè non se ne rende obbligatorio l’uso?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *